Back to top

Tradizioni Fiorentine: la festa della Rificolona

rificolona 2015

Fiorentini e non, turisti e persone di passaggio, la sera del 7 settembre preparatevi ad assistere a una delle più antiche e suggestive tradizioni fiorentine: la festa della Rificolona (che poi qui Rifìholòna)
Un po’ di storia: fin dal Seicento si tramanda la notizia di pellegrini che dai paesi limitrofi scendevano a Firenze in Piazza della Santissima Annunziata per vegliare e attendere l’apertura del Santuario per l’8 settembre festa della Natività di Maria.
Il giorno della festa la piazza si riempiva di gente e le persone vendevano i prodotti delle terra e delle loro mani. Durante il viaggio di notte accendevano delle piccole lanterne fatte per lo più di carta. Le rificolone appunto.

Negli anni la tradizione ha preso sempre più connotazioni festaiole e i fiorentini insieme ai loro bambini preparano le rificolone (come sempre noi fiorentini non si riesce a non competere su tutto per cui ognuno fa a gara con gli altri per chi la costruisce più bella) che poi accendono in piazza. Negli ultimi anni la Compagnia della Rificolona (li trovate qui https://www.facebook.com/Festa-Della-Rificolona-270646009625853/?fref=ts ) ha rinnovato l’antica tradizione e insieme ad un bellissimo pellegrinaggio che si svolge dall’Impruneta al centro di Firenze organizza una serata bellissima per grandi e piccini.

Per i non fiorentini cosa bisogna sapere: contiene spoiler
1-la canzone. ona ona ona ma che bella rificolona. Se non la conoscete documentatevi perché è un must have.
2-L’altra faccia della tradizione è che i sempre cordiali fiorentini accoglievano le persone venute da fuori con scherzi e motteggi e bucando le loro rificolone con le cerbottane per incendiarle, e succede ancora oggi. Se ne acquistate una ai vostri figli per partecipare alla festa sappiate che può accadere.
3-Non capita spesso che la santissima Annunziata sia aperta e visitabile, anche nel chiostro, di sera. Non perdete questa occasione.

Buona rifiholona a tutti!!